Stress da rientro

settembre 14th, 2012 by admin

Irritabilità, senso di stordimento, calo dell’attenzione, mal di testa, dolori muscolari, disappetenza, possono essere tutte manifestazioni del cosidetto stress da rientro, stato di tristezza post vacanza che, secondo le statistiche, colpisce circa un italiano su dieci, dai 25 ai 45 anni e che ha una durata che oscilla da una settimana ad un mese.

La ragione del repentino mutamento del nostro umore è, il più delle volte, il rapido cambiamento delle abitudini : se durante le vacanze siamo stati rilassati e occupati in attività che non comportano particolari obblighi o impegni mentali, il ritorno a casa e al lavoro rappresenta la ripresa dei ritmi di tutti i giorni e delle responsabilità della vita quotidiana.

Questi cambiamenti, soprattutto se avvengono in maniera brusca, possono causare una compromissione dei delicati equilibri dell’organismo.

Ma il rientro dalle vacanze deve essere per forza traumatico? Bastano alcuni accorgimenti per ripartire senza stress.

  • E’ importante prepararsi in anticipo e in modo progressivo al cambiamento e programmare qualche giorno di riposo prima della data effettiva del rientro.
  • Riprendere la vita quotidiana in modo graduale non facendosi prendere dal panico dalla mole di lavoro che , probabilmente si è accumulata durante la nostra assenza.
  • Almeno nella prima settimana è meglio puntare su obiettivi più piccoli e lasciare per un secondo momento i progetti di lavoro più complessi e ambiziosi.
  • Provare a fare qualcosa di speciale o di diverso che ti rilassi e che aiuti positivamente il rientro
  • Imparare ad apprezzare i fine settimana e riuscire a pianificare il tempo libero al meglio

 

Buon rientro e buona quotidianeità a tutti!!



Web Site powered by WordPress - Pure WP Theme by Celestial Star
Motori ricerca