Terapia di sostegno alle funzioni genitoriali in gruppo

La terapia di gruppo a sostegno delle funzioni genitoriali sono  composti da 10/12 persone: Il gruppo prevede almeno 10 incontri della durata di due ore ciascuno, con una frequenza di una volta alla settimana. E’ importante che vi partecipino entrambi i genitori e non un solo membro della coppia, ma,  nel caso di genitori separati con rapporti conflittuali,  si invita un solo membro della coppia.

Durante la terapia si promuoveranno  nuove conoscenze, anche se lo scopo principale degli incontri sarà quello  di proporre delle riflessioni sulle difficoltà genitoriali. Grazie alla presenza del gruppo i problemi individuali vengono ridimensionati, favorendo anche rapporti di socializzazione e di confronto reciproco. Il gruppo ha molteplici funzioni, come contenere le emozioni, aiutare a riflettere sulle proprie difficoltà, a condividere desideri, dubbi, paure con altre persone allo stesso livello, senza timore di sentirsi giudicati. Compito del  terapeuta è quello di  mediare nella comunicazione tra i partecipanti, scandire i tempi del gruppo e facilitare l’ equa partecipazione di tutti i presenti.

Quando un bambino o un’adolescente presenta un disagio si verifica un crollo delle certezze della famiglia e la perdita dell’illusione del benessere che lascia il posto ad una sensazione di impotenza. L’insorgere del sintomo nel bambino scatena una crisi del sistema familiare. Gli interrogativi che ricorrono su cosa fare, come comportarsi, cosa è giusto e cosa è sbagliato, come diventeranno i propri figli crescendo possono generare nel genitore degli stati di ansia, di incertezza, di insicurezza o di eccessiva rigidità nel comunicare e nel relazionarsi con i figli. Ci si chiede spesso: “in che cosa abbiamo sbagliato?” e si comincia la ricerca del colpevole.

La terapia di sostegno alla funzione genitoriale non consiste nel dare la ricetta magica su come fare ad essere bravi genitori, bensì ha lo scopo di aiutare i partecipanti a riflettere su di sé e sulla propria famiglia in relazione alle proprie capacità genitoriali. Il corso cercherà di individuare i problemi, il perché e il come degli errori che si commettono, per facilitare processi di sviluppo e cambiamento. E’ importante comprendere il significato di un sintomo o di una crisi, che sono richiami preziosi di un disagio, che può rappresentare un  momento di avvicinamento e di ascolto per aiutare il bambino a riprendere il cammino evolutivo.

Il corso non è riservato solo ai genitori che si trovano a fronteggiare una situazione patologica, ma vi possono accedere tutti i genitori interessati ad approfondire le loro conoscenze in questo ambito




Altre pagine nella sezione


Web Site powered by WordPress - Pure WP Theme by Celestial Star
Motori ricerca