L’abbinamento tra la famiglia adottiva ed il bambino

In quale modo viene fatto l’abbinamento? Per l’adozione internazionale sarà l’Ente a occuparsene nel paese d’origine del bambino insieme alle istituzioni preposte in tale paese.
Per l’adozione nazionale, il procedimento prevede la selezione delle coppie con i requisiti migliori rispetto alle esigenze del bambino, tenendo conto dell’ordine di presentazione delle domande. In genere gli operatori che hanno seguito la coppia si occupano di contattarla, di proporre l’abbinamento dando alcune informazioni e saggiando la loro disponibilità.
Ricordiamo che per l’adozione internazionale i coniugi hanno diritto a sgravi fiscali pari al 50% per le spese sostenute in seguito all’adozione, purchè certificate dall’Ente autorizzato.
Per qualsiasi tipo di adozione sono invece estesi i diritti relativi al congedo parentale per i genitori adottivi, anche per minori di età compresa tra i 6 e i 12 anni. I genitori possono esercitare il diritto al congedo nei primi tre anni successivi all’inserimento. Anche i mariti delle madri senza un lavoro dipendente o casalinghe possono usufruire del congedo.




Altre pagine nella sezione


Web Site powered by WordPress - Pure WP Theme by Celestial Star
Motori ricerca